Omessa esecuzione di denunce, comunicazioni e depositi
Codice civile
Gazzetta Ufficiale Repubblica Italiana 4 aprile 1942, n. 79
Codice civile. [codice civile]
Approvato con R.D. 16 marzo 1942, n. 262

LIBRO QUINTO. Del lavoro - TITOLO UNDICESIMO. Disposizioni penali in materia di società, di consorzi e di altri enti privati - CAPO TERZO. Degli illeciti commessi mediante omissione
Articolo 2630
Omessa esecuzione di denunce, comunicazioni e depositi

Chiunque, essendovi tenuto per legge a causa delle funzioni rivestite in una società o in un consorzio, omette di eseguire, nei termini prescritti, denunce, comunicazioni o depositi presso il registro delle imprese, ovvero omette di fornire negli atti, nella corrispondenza e nella rete telematica le informazioni prescritte dall'articolo 2250, primo, secondo, terzo e quarto comma, è punito con la sanzione amministrativa pecuniaria da 103 euro a 1.032 euro. Se la denuncia, la comunicazione o il deposito avvengono nei trenta giorni successivi alla scadenza dei termini prescritti, la sanzione amministrativa pecuniaria è ridotta ad un terzo.

Se si tratta di omesso deposito dei bilanci, la sanzione amministrativa pecuniaria è aumentata di un terzo. 

(1) (2)

-----

(1) Il presente articolo prima sostituito dall' art. 33, D.P.R. 10.02.1986, n. 30 poi modificato dall'art. 7 del D.Lgs. 02.05.1994 n. 315 e dall' art. 210, D.Lgs. 24.02.98 n. 58, poi sostituito dall' art. 1, D.Lgs. 11.04.2002, n. 61, con decorrenza dal 16.04.2002, poi modificato dall'art. 42, L. 07.07.2009, n. 88 con decorrenza dal 29.07.2009, è stato, da ultimo, così sostituito dall'art. 9, L. 11.11.2011, n. 180, con decorrenza dal 15.11.2011. Si riporta di seguito il testo previgente:

"(Omessa esecuzione di denunce, comunicazioni o depositi). Chiunque, essendovi tenuto per legge a causa delle funzioni rivestite in una società o in un consorzio, omette di eseguire, nei termini prescritti, denunce, comunicazioni o depositi presso il registro delle imprese, ovvero omette di fornire negli atti, nella corrispondenza e nella rete telematica le informazioni prescritte dall'articolo 2250, primo, secondo, terzo e quarto comma, è punito con la sanzione amministrativa pecuniaria da 206 euro a 2.065 euro.

Se si tratta di omesso deposito dei bilanci, la sanzione amministrativa pecuniaria è aumentata di un terzo.".

(2) La rubrica del presente titolo è stata così sostituita dall'art. 2, D.Lgs. 15.03.2017, n. 38 con decorrenza dal 14.04.2017. Si riporta di seguito il testo previgente: " Disposizioni penali in materia di società e di consorzi".

Vetrina