Effetti del riconoscimento
Codice civile
Gazzetta Ufficiale Repubblica Italiana 4 aprile 1942, n. 79
Codice civile. [codice civile]
Approvato con R.D. 16 marzo 1942, n. 262

LIBRO PRIMO. Delle persone e della famiglia - TITOLO SETTIMO. Dello stato di figlio - CAPO QUARTO. Del riconoscimento dei figli nati fuori dal matrimonio
Articolo 258
Effetti del riconoscimento

Il riconoscimento produce effetti riguardo al genitore da cui fu fatto e riguardo ai parenti di esso. (2)

L'atto di riconoscimento di uno solo dei genitori non può contenere indicazioni relative all'altro genitore. Queste indicazioni, qualora siano state fatte, sono senza effetto.

Il pubblico ufficiale che le riceve e l'ufficiale dello stato civile che le riproduce sui registri dello stato civile sono puniti con l'ammenda [ora: sanzione amministrativa] da euro 20 a euro 82. Le indicazioni stesse devono essere cancellate.

(1) (3) (4) (5)

 

-----

(1) Il presente articolo è stato sostituito dall'art 108 L. 19.05.1975, n. 151.

(2) Il presente comma è stato così sostituito dall'art. 1, comma 4, L. 10.11.2012, n. 219 con decorrenza dal 01.01.2013.  Si riporta di seguito il testo previgente: "Il riconoscimento non produce effetti che riguardo al genitore da cui fu fatto, salvo i casi previsti dalla legge.".

(3) Ai sensi dall'art. 1, comma 11, L. 10.11.2012, n. 219 con decorrenza dal 01.01.2013, nel Codice Civile le parole "figli legittimi" e "figli naturali", ovunque ricorrono, sono sostituite dalla parole "figli".

(4) La rubrica del Titolo e del Capo cui appartiene il presente articolo è stata così modificata dall'art. 7 D.Lgs. 28.12.2013, n. 154 con decorrenza dal 07.02.2014. Si riporta di seguito il testo previgente: "LIBRO PRIMO. Delle persone e della famiglia - TITOLO SETTIMO. Della filiazione - CAPO SECONDO. Della filiazione naturale e della legittimazione - SEZIONE PRIMA. Della filiazione naturale - PARAGRAFO PRIMO. Del riconoscimento dei figli naturali".

(5) Importo della sanzione così elevato per effetto dell'art. 113, l. 24 novembre 1981, n. 689.

Vetrina