Persone obbligate
Codice civile
Gazzetta Ufficiale Repubblica Italiana 4 aprile 1942, n. 79
Codice Civile [approvato con R.D. 16.03.1942, n. 262]

LIBRO PRIMO. Delle persone e della famiglia - TITOLO TREDICESIMO. Degli alimenti
Articolo 433
Persone obbligate

All' obbligo di prestare gli alimenti sono tenuti, nell'ordine:

1) il coniuge;

2) i figli, anche adottivi, e, in loro mancanza, i discendenti prossimi; (3)

3) i genitori e, in loro mancanza, gli ascendenti prossimi; gli adottanti; (4)

4) i generi e le nuore;

5) il suocero e la suocera;

6) i fratelli e le sorelle germani o unilaterali, con precedenza dei germani sugli unilaterali.

(1) (2)

 

-----

(1) Il presente articolo è stato sostituito dall'art 168, L. 19.05.1975, n. 151.

(2) Ai sensi dall'art. 1, comma 11, L. 10.11.2012, n. 219 con decorrenza dal 01.01.2013, nel Codice Civile le parole "figli legittimi" e "figli naturali", ovunque ricorrono, sono sostituite dalla parole "figli".

(3) Il presente numero è stato così sostituito dall'art. 64 D.Lgs. 28.12.2013, n. 154 con decorrenza dal 07.02.2014. Si riporta di seguito il testo previgente: 

"2) i figli legittimi o legittimati o naturali o adottivi, e, in loro mancanza, i discendenti prossimi, anche naturali;".

(4) Il presente numero è stato così sostituito dall'art. 64 D.Lgs. 28.12.2013, n. 154 con decorrenza dal 07.02.2014. Si riporta di seguito il testo previgente: 

"3) i genitori e, in loro mancanza, gli ascendenti prossimi, anche naturali; gli adottanti;".

 

Strumenti e servizi

CERCA UN AVVOCATO
   
Vetrina