Cause relative a rapporti obbligatori, a locazioni e a divisioni
Codice di procedura civile
Gazzetta Ufficiale Repubblica Italiana 28 ottobre 1940, n. 253
Codice di procedura civile
Approvato con R.D. 28 ottobre 1940, n. 1443

LIBRO PRIMO. Disposizioni generali - TITOLO PRIMO. Degli organi giudiziari - CAPO PRIMO. Del giudice - SEZIONE SECONDA. Della competenza per materia e valore
Articolo 12
Cause relative a rapporti obbligatori, a locazioni e a divisioni

Il valore delle cause relative all'esistenza, alla validità o alla risoluzione di un rapporto giuridico obbligatorio si determina in base a quella parte del rapporto che è in contestazione.

[Nelle cause per finita locazione d'immobili il valore si determina in base all'ammontare del fitto o della pigione per un anno, ma se sorge controversia sulla continuazione della locazione, il valore si determina cumulando i fitti o le pigioni relativi al periodo controverso]. (1)

Il valore delle cause per divisione si determina da quello della massa attiva da dividersi.

-----

(1) Il presente comma è stato abrogato dall'art. 89, l. 26.11.1990, n. 353, con decorrenza dal 30.04.1995, ai sensi del D.L. 7.10.94, n. 571, convertito in legge 06.12.94, n. 673.