Giuramento dei testimoni
Codice di procedura civile
Gazzetta Ufficiale Repubblica Italiana 28 ottobre 1940, n. 253
Codice di procedura civile
Approvato con R.D. 28 ottobre 1940, n. 1443

LIBRO SECONDO. Del processo di cognizione - TITOLO PRIMO. Del procedimento davanti al tribunale - CAPO SECONDO. Dell'istruzione della causa - SEZIONE TERZA. Dell'istruzione probatoria - PARAGRAFO OTTAVO. Della prova per testimoni
Articolo 251
Giuramento dei testimoni

I testimoni sono esaminati separatamente.

Il giudice istruttore ammonisce il testimone sulla importanza religiosa e morale del giuramento e sulle conseguenze penali delle dichiarazioni false o reticenti e legge la formula: "consapevole della responsabilità che con il giuramento assumete davanti a Dio e agli uomini, giurate di dire la verità, null'altro che la verità". Quindi il testimone, in piedi, presta il giuramento pronunciando le parole: "Lo giuro". (1) (2)

 

-----

(1) E'   costituzionalmente illegittimo l'art. 251 comma 2 :

- nella parte in cui, dopo le parole "il giudice istruttore ammonisce il testimone sulla importanza religiosa..." e dopo le parole "consapevole della responsabilità che con il giuramento assumete davanti a Dio..." non è contenuto l'inciso: "se credente" (Corte Cost., sent. 10.10.1979, n. 117);

- nella parte in cui prevede che il giudice istruttore "ammonisce il testimone sull'importanza religiosa, se credente e morale del giuramento e sulle ", anziché stabilire che il giudice istruttore " avverte il testimone dell'obbligo di dire la verità e delle " (Corte Cost. 05.05.1995 n. 149 ) ;

- nella parte in cui prevede che il giudice istruttore legga la formula : "consapevole della responsabilità che con il giuramento assumete davanti a Dio, se credente, e agli uomini, giurate di dire la verità, null'altro che la verità ", anziché stabilire che il giudice istruttore lo inviti a rendere la seguente dichiarazione : " consapevole della responsabilità morale e giuridica che assumo con la mia deposizione mi impegno a dire tutta la verità e a non nascondere nulla di quanto è a mia conoscenza " (Corte Cost. 05.05.1995 n. 149 );

- nella parte in cui prevede : "Quindi il testimone, in piedi, presta il giuramento pronunciando le parole : Lo giuro " (Corte Cost. 05.05.1995 n. 149).