Giuramento dei testimoni
Codice di procedura civile
Gazzetta Ufficiale Repubblica Italiana 28 ottobre 1940, n. 253
Codice di procedura civile. [codice procedura civile]
Approvato con R.D. 28 ottobre 1940, n. 1443

LIBRO SECONDO. Del processo di cognizione - TITOLO PRIMO. Del procedimento davanti al tribunale - CAPO SECONDO. Dell'istruzione della causa - SEZIONE TERZA. Dell'istruzione probatoria - PARAGRAFO OTTAVO. Della prova per testimoni
Articolo 251
Giuramento dei testimoni

I testimoni sono esaminati separatamente.

Il giudice istruttore ammonisce il testimone sulla importanza religiosa e morale del giuramento e sulle conseguenze penali delle dichiarazioni false o reticenti e legge la formula: "consapevole della responsabilità che con il giuramento assumete davanti a Dio e agli uomini, giurate di dire la verità, null'altro che la verità". Quindi il testimone, in piedi, presta il giuramento pronunciando le parole: "Lo giuro". (1) 

 

-----

(1) E' costituzionalmente illegittimo l'art. 251 comma 2 :

- nella parte in cui, dopo le parole "il giudice istruttore ammonisce il testimone sulla importanza religiosa..." e dopo le parole "consapevole della responsabilità che con il giuramento assumete davanti a Dio..." non è contenuto l'inciso: "se credente" (Corte Cost., sent. 10.10.1979, n. 117);

- nella parte in cui prevede che il giudice istruttore "ammonisce il testimone sull'importanza religiosa, se credente e morale del giuramento e sulle ", anziché stabilire che il giudice istruttore " avverte il testimone dell'obbligo di dire la verità e delle " (Corte Cost. 05.05.1995 n. 149 ) ;

- nella parte in cui prevede che il giudice istruttore legga la formula : "consapevole della responsabilità che con il giuramento assumete davanti a Dio, se credente, e agli uomini, giurate di dire la verità, null'altro che la verità ", anziché stabilire che il giudice istruttore lo inviti a rendere la seguente dichiarazione : " consapevole della responsabilità morale e giuridica che assumo con la mia deposizione mi impegno a dire tutta la verità e a non nascondere nulla di quanto è a mia conoscenza " (Corte Cost. 05.05.1995 n. 149 );

- nella parte in cui prevede : "Quindi il testimone, in piedi, presta il giuramento pronunciando le parole : Lo giuro " (Corte Cost. 05.05.1995 n. 149).

Vetrina