Casi di correzione
Codice di procedura civile
Gazzetta Ufficiale Repubblica Italiana 28 ottobre 1940, n. 253
Codice di procedura civile
Approvato con R.D. 28 ottobre 1940, n. 1443

LIBRO SECONDO. Del processo di cognizione - TITOLO PRIMO. Del procedimento davanti al tribunale - CAPO QUINTO. Della correzione delle sentenze e delle ordinanze
Articolo 287
Casi di correzione

Le sentenze contro le quali non sia stato proposto appello e le ordinanze non revocabili possono essere corrette, su ricorso di parte, dallo stesso giudice che le ha pronunciate, qualora egli sia incorso in omissioni o in errori materiali o di calcolo. (1)

-----

(1) E' costituzionalmente illegittimo l'art. 287 del codice di procedura civile limitatamente alle parole «contro le quali non sia stato proposto appello» (C. cost. 10.11.2004, n. 335).

Vetrina