Incompatibilità della difesa di più imputati nello stesso procedimento
Codice di procedura penale
Gazzetta Ufficiale Repubblica Italiana 24 ottobre 1988, n. 250
Codice procedura penale [codice di procedura penale]
Approvato con D.P.R. 22 settembre 1988, n. 447

LIBRO PRIMO. Soggetti - TITOLO SETTIMO. Difensore
Articolo 106
Incompatibilità della difesa di più imputati nello stesso procedimento

1.  Salva la disposizione del comma 4 bis la difesa di piu` imputati puo` essere assunta da un difensore comune, purche` le diverse posizioni non siano tra loro incompatibili. (1)

2.L'autorita` giudiziaria, se rileva una situazione di incompatibilita`, la indica e ne espone i motivi, fissando un termine per rimuoverla.

3.Qualora l'incompatibilita` non sia rimossa, il giudice la dichiara con ordinanza provvedendo alle necessarie sostituzioni a norma dell'articolo 97.

4. Se l'incompatibilità è rilevata nel corso delle indagini preliminari, il giudice, su richiesta del pubblico ministero o di taluna delle parti private e sentite le parti interessate, provvede a norma del comma 3. (2)

4 bis. Non può essere assunta da uno stesso difensore la difesa di più imputati che abbiano reso dichiarazioni concernenti la responsabilità di altro imputato nel medesimo procedimento o in procedimento connesso ai sensi dell'articolo 12 o collegato ai sensi dell'articolo 371, comma 2, lettera b). Si applicano, in quanto compatibili, le disposizioni dei commi 2, 3 e 4 . (3)

 

-----

(1) Il presente comma è stato così modificato dall'art. 16, L. 13.02.2001, n. 45. Si riporta di seguito il testo precedente alla modifica:

" 1.La difesa di piu` imputati puo` essere assunta da un difensore comune, purche` le diverse posizioni non siano tra loro incompatibili. "

(2) Il presente comma è stato così sostituito dall'art. 16, L. 13.02.2001, n. 45. Si riporta di seguito il testo precedente alla modifica:

"4.Se l'incompatibilita` e` rilevata nel corso delle indagini preliminari dal pubblico ministero, il giudice, su richiesta di questo e sentite le parti interessate, provvede a norma del comma 3."

(3) Il presente comma è stato aggiunto dall'art. 16, L. 13.02.2001, n. 45.