Accompagnamento coattivo di altre persone
Codice di procedura penale
Gazzetta Ufficiale Repubblica Italiana 24 ottobre 1988, n. 250
Codice procedura penale
Approvato con D.P.R. 22 settembre 1988, n. 447

LIBRO SECONDO. Atti - TITOLO SECONDO. Atti e provvedimenti del giudice
Articolo 133
Accompagnamento coattivo di altre persone

1. Se il testimone, il perito, la persona sottoposta all'esame del perito diversa dall'imputato, il consulente tecnico, l'interprete o il custode di cose sequestrate, regolarmente citati o convocati, omettono senza un legittimo impedimento di comparire nel luogo, giorno e ora stabiliti, il giudice puo` ordinarne l'accompagnamento coattivo e puo` altresi` condannarli, con ordinanza, al pagamento di una somma da lire centomila a lire un milione a favore della cassa delle ammende nonche` alle spese alle quali la mancata comparizione ha dato causa. (1) 

2. Si applicano le disposizioni dell'articolo 132 .


-----

(1) Il presente comma è stato così modificato dall'art. 26, L. 30.06.2009, n. 85 (G.U. 13.07.2009, n. 160 - S.O. n. 108) con decorrenza dal 14.07.2009. Si riporta di seguito il testo previgente: 

"1.Se il testimone, il perito, il consulente tecnico, l'interprete o il custode di cose sequestrate, regolarmente citati o convocati, omettono senza un legittimo impedimento di comparire nel luogo, giorno e ora stabiliti, il giudice puo` ordinarne l'accompagnamento coattivo e puo` altresi` condannarli, con ordinanza, al pagamento di una somma da lire centomila a lire un milione a favore della cassa delle ammende nonche` alle spese alle quali la mancata comparizione ha dato causa."