Provvedimenti conseguenti all'ammissione della perizia nel dibattimento
Codice di procedura penale
Gazzetta Ufficiale Repubblica Italiana 24 ottobre 1988, n. 250
Codice procedura penale [codice procedura penale]
Approvato con D.P.R. 22 settembre 1988, n. 447

LIBRO SETTIMO. Giudizio - TITOLO SECONDO. Dibattimento - CAPO TERZO. Istruzione dibattimentale
Articolo 508
Provvedimenti conseguenti all'ammissione della perizia nel dibattimento

1.Se il giudice, di ufficio o su richiesta di parte, dispone una perizia, il perito e` immediatamente citato a comparire e deve esporre il suo parere nello stesso dibattimento. Quando non e` possibile provvedere in tale modo, il giudice pronuncia ordinanza con la quale, se e` necessario, sospende il dibattimento e fissa la data della nuova udienza nel termine massimo di sessanta giorni. (1)

2. Con l'ordinanza il giudice designa un componente del collegio per l'esercizio dei poteri previsti dall'articolo 228 . (1)

3.Nella nuova udienza il perito risponde ai quesiti ed e` esaminato a norma dell'articolo 501 . 

 

------

(1) Le disposizioni del presente comma sono applicabili ai procedimenti che proseguono con le norme anteriormente vigenti (art. 245 norme att.).

 

 


 

 


                                              

Vetrina