Inamovibilità dei magistrati
Costituzione della Repubblica
Gazzetta Ufficiale Repubblica Italiana 27 dicembre 1947, n. 298
Costituzione della Repubblica Italiana
Approvata dall'Assemblea Costituente il 22 dicembre 1947, promulgata dal Capo provvisorio dello Stato il 27 dicembre 1947

PARTE SECONDA Ordinamento della Repubblica - TITOLO QUARTO La Magistratura - SEZIONE PRIMA Ordinamento giurisdizionale
Articolo 107
Inamovibilità dei magistrati
(Rubrica non ufficiale)

I magistrati sono inamovibili. Non possono essere dispensati o sospesi dal servizio ne` destinati ad altre sedi o funzioni se non in seguito a decisione del Consiglio superiore della magistratura, adottata o per i motivi e con le garanzie di difesa stabilite dall'ordinamento giudiziario o con il loro consenso.

Il Ministro della giustizia ha facolta` di promuovere l'azione disciplinare. I magistrati si distinguono fra loro soltanto per diversita` di funzioni.

Il pubblico ministero gode delle garanzie stabilite nei suoi riguardi dalle norme sull'ordinamento giudiziario.

 

Vetrina