Elezione del Senato della Repubblica
Costituzione della Repubblica
Gazzetta Ufficiale Repubblica Italiana 27 dicembre 1947, n. 298
Costituzione della Repubblica Italiana [Costituzione della Repubblica Italiana]
Approvata dall'Assemblea Costituente il 22 dicembre 1947, promulgata dal Capo provvisorio dello Stato il 27 dicembre 1947

PARTE SECONDA Ordinamento della Repubblica - TITOLO PRIMO Il Parlamento - SEZIONE PRIMA Le Camere
Articolo 57
Elezione del Senato della Repubblica
(Rubrica non ufficiale)

Il Senato della Repubblica e' eletto a base regionale, salvi i seggi assegnati alla circoscrizione Estero.

Il numero dei senatori elettivi e' di trecentoquindici, sei dei quali eletti nella circoscrizione Estero.

Nessuna Regione puo` avere un numero di senatori inferiore a sette; il Molise ne ha due, la Valle d'Aosta uno.

La ripartizione dei seggi tra le Regioni, fatto salvo il numero dei seggi assegnati alla circoscrizione Estero, previa applicazione delle disposizioni del precedente comma, si effettua in proporzione alla popolazione delle Regioni, quale risulta dall'ultimo censimento generale, sulla base dei quozienti interi e dei piu` alti resti. (1)

-----

(1) Il presente articolo è stato così modificato dall'art. 2, L.Cos. 23.01.2001, n. 1 (G.U. 24.01.2001, n. 19). Si riporta, di seguito, il testo precedente:

"Il Senato della Repubblica e' eletto a base regionale.

Il numero dei senatori elettivi e` di trecentoquindici.

Nessuna Regione puo` avere un numero di senatori inferiore a sette; il Molise ne ha due, la Valle d'Aosta uno.

La ripartizione dei seggi tra le Regioni , previa applicazione delle disposizioni del precedente comma, si effettua in proporzione alla popolazione delle Regioni, quale risulta dall'ultimo censimento generale, sulla base dei quozienti interi e dei piu` alti resti."

Vetrina