OMISSIONE CONTRIBUTIVA

Lo stato di crisi non salva l’imprenditore che non versa i contributi

17 Settembre 2013

Corte di cassazione - Sezione III penale - Sentenza 13 settembre 2013 n. 37528

Nessuna scriminante per l’imprenditore in crisi finanziaria che non versa i contributi ma prosegue l’attività. Arriva la stretta della Cassazione con la sentenza 37528/2013. Secondo i giudici della Suprema corte, infatti, in tema di omesso versamento delle ritenute previdenziali va esclusa ogni rilevanza dello stato di dissesto dell’impresa
Attenzione! x

Il contenuto è riservato agli abbonati di Guida Al Diritto .
Se sei già abbonato effettua l'accesso.

Attiva il Servizio

Sei abbonato ma non hai ancora attivato il servizio?

Attivazione
Come Abbonarsi

Non sei abbonato e vuoi sapere come fare?

Abbonati