NO ALL’ATTENUANTE

Ammenda di 7mila euro per chi spara al gatto del vicino

04 Novembre 2013

Corte di cassazione - Sezione III penale - Sentenza 4 novembre 2013 n. 44422

Nessuna attenuante per chi spara con un fucile ad aria compressa dal proprio giardino ai gatti che vivono nella proprietà confinante uccidendone uno. Lo ha stabilito la Corte di cassazione, con la sentenza 44422/2013, respingendo il ricorso di un uomo di 50 anni residente a Milano condannato a pagare 7mila euro a titolo di ammenda
Attenzione! x

Il contenuto è riservato agli abbonati di Guida Al Diritto .
Se sei già abbonato effettua l'accesso.

Attiva il Servizio

Sei abbonato ma non hai ancora attivato il servizio?

Attivazione
Come Abbonarsi

Non sei abbonato e vuoi sapere come fare?

Abbonati