COMPENSI PROFESSIONALI

Appropriazione indebita per il legale che trattiene le somme del cliente

29 Novembre 2013

Corte di cassazione - Sezione II penale - Sentenza 29 novembre 2013 n. 47410

Commette il reato di appropriazione indebita il legale che all’esito della causa civile trattiene le somme che spettano al suo cliente con la giustificazione che questo gli doveva del denaro a titolo di compenso professionale. Lo ha stabilito la Corte di cassazione, con la sentenza 47410/2013, respingendo il ricorso del legale. Secondo gli ermellini, come del resto già rilevato dalla Corte di appello di Palermo, il fatto che il legale “potesse in astratto pretendere dai propri clienti, a titolo ...
Attenzione! x

Il contenuto è riservato agli abbonati di Guida Al Diritto .
Se sei già abbonato effettua l'accesso.

Attiva il Servizio

Sei abbonato ma non hai ancora attivato il servizio?

Attivazione
Come Abbonarsi

Non sei abbonato e vuoi sapere come fare?

Abbonati