IMPOSIZIONE FISCALE

Paradisi fiscali e paradisi societari


16 gennaio 2015 |

Un Paese può definirsi paradiso fiscale quando presenti un sistema ...

SOCIETÀ COLLEGATE O CONTROLLATE

"Transfer pricing": giurisprudenza delle corti di merito e di legittimità


22 gennaio 2015 |

Una rassegna di giurisprudenza delle corti di legittimità e di merito in materia di prezzi di trasferimento con particolare attenzione al valore normale ex art. ...

ACCERTAMENTI FISCALI

Prelievi dai conti correnti dei professionisti, stop all'accertamento


15 gennaio 2015 |

La sentenza della Corte Costituzionale n. 228/2014 ha messo definitivamente ...

CONCORDATO PREVENTIVO CON RISERVA

Contratti bancari nel concordato: a prestazione già eseguita, non si sospendono, né si sciolgono


12 gennaio 2015 |

La facoltà di ottenere lo scioglimento o la sospensione dei contratti in corso di esecuzione nel concordato preventivo (art. 169-bis legge fall.) non è esercitabile nei confronti dei rapporti ...

DELIBERE ASSEMBLEARI

Assemblea degli obbligazionisti di s.p.a. e conflitto di interessi


9 gennaio 2015 |

Il conflitto di interessi in materia di delibera degli obbligazionisti di s.p.a. non rappresenta di per sé una condizione in grado di inficiare il voto di una delibera dell'assemblea dei ...

RESPONSABILITA' E RISARCIMENTO

Trasferimento d'azienda: obblighi e diritti in capo a cedente, cessionario e lavoratori


31 dicembre 2014 |

L'istituto del trasferimento d'azienda disciplinato dal codice civile all'art. 2112 è stato oggetto in passato di importanti novelle a cominciare dal D.Lgs. n. 18/2001 sul mantenimento ...

LOTTA ALL'EVASIONE FISCALE

Fonti d'innesco delle investigazioni e degli accertamenti tributari


30 dicembre 2014 |

Nell'ambito della lotta all'evasione fiscale in un ambiente legalmente orientato, si fa strada un Fisco più selettivo ed efficiente per la crescita economica del Paese. Verso un ampliamento ...

Giurisprudenza

CESSIONE D'AZIENDA

Prescrizione delle obbligazioni nel trasferimento dell'azienda da un datore di lavoro all'altro

| 15 gennaio 2015 |

sentenza Corte di Cassazione, Sez. Lav., 13.10.2014, n. 21565 - In tema di cessione d'azienda e dei suoi effetti, la Cassazione è intervenuta a chiarire i rapporti tra il trasferimenti d'impresa e la prescrizione delle obbligazioni precedenti, in particolare quelle a carico del datore di lavoro cessionario nei confronti del prestatore di lavoro. Una rassegna delle decisioni di giurisprudenza più significative inquadrano precisamente ...

AZIONE INDIVIDUALE DEL SOCIO

Danno del socio da investimento disinformato

| 16 dicembre 2014 |

sentenza Tribunale di Milano, Sez. spec. in materia di impresa B, 26.09.2014, n. 11309 (R.G. 7209) Se il socio è a conoscenza della situazione contabile della società non può chiedere il risarcimento del danno all'amministratore per investimento "disinformato". Non è sufficiente che alleghi l'investimento infruttuoso, occorre che fornisca prova concreta di essere stato dolosamente tenuto all'oscuro ...

BANCAROTTA FRAUDOLENTA

L'amministratore consapevole del dissesto fa bancarotta preferenziale

| 3 dicembre 2014 |

sentenza Corte di Cassazione, Sez. V, 18.11.2014, n. 47616 - La bancarotta fraudolenta è un reato di pericolo concreto, nel cui ambito evento del delitto è la diminuzione del patrimonio e non lo stato di insolvenza. La consapevolezza del dissesto è fondamentale ai fini della condanna, che scatta solo quando la diminuzione della consistenza patrimoniale abbia ...

REATI FALLIMENTARI

Lo stato d'insolvenza non è evento del reato di bancarotta fraudolenta

| 24 novembre 2014 |

sentenza Corte di Cassazione, Sez. V, 18.11.2014, n. 47616 - La V penale della Corte di Cassazione con la sentenza 18.11. 2014 ritorna sull'elemento psicologico della bancarotta ribadendo che lo stato d'insolvenza non è evento del reato. Non è necessario che il fallimento sia oggetto di rappresentazione e volontà da parte dell'autore mentre la dichiarazione ...

Casi e questioni
DECRETO COMPETITIVITÀ 2014

Bilancio d'esercizio in conformità ai principi contabili internazionali

| 17 dicembre 2014 |

Per ragioni di uniformità con il proprio gruppo di appartenenza, una società deve valutare la possibilità di adottare i principi contabili internazionali nel predisporre il bilancio di esercizio. Poiché recenti modifiche normative hanno esteso la possibilità di optare per tale adozione, d'ora in poi, tale soluzione sarà consentita a una più ampia platea di imprese che potrà così utilizzare liberamente gli IAS/IFRS, ad esclusione delle società di persone, delle imprese individuali e delle società di capitali ammesse alla redazione ...

Rassegna stampa
Dichiarazione dei diritti di Internet: istruzioni per l'uso

Lo scorso 12 gennaio, la Commissione per i diritti e i doveri ...

Diritto all'oblio: prime pronunce del Garante dopo i no di Google

Il Garante privacy ha adottato i primi provvedimenti in merito ...

Abuso del diritto nell'agenda parlamentare

In calendario al consiglio dei ministri la prossima settimana ...

Beni ai soci 2013: entro fine mese il termine per la comunicazione

Si avvicina la scadenza per la comunicazione telematica dei ...

Orientamenti sulla detrazione per il risparmio energetico in favore dei soggetti Ires

Beneficia della detrazione del 65% per la riqualificazione ...

Continuità aziendale garantita dai sindaci dopo l'esame dei flussi finanziari

Il collegio sindacale, a maggior ragione quando investito dell'incarico ...

Il diritto all'oblio tutelato dalle autorità privacy in Europa

Dopo la sentenza sul diritto all'oblio della Corte di Giustizia ...

Falso in bilancio all'esame del consiglio dei ministri

Il disegno di legge esaminato dal consiglio dei ministri il ...

Crediti verso al P.A. e debiti fiscali delle imprese verso la compensazione

Il dicastero dello Sviluppo economico promette, a breve, l'approvazione ...

Strumenti e servizi

CERCA UN AVVOCATO